Percebes ricetta: Cosa sono e come si mangiano

Percebes ricetta: Cosa sono e come si mangiano

I percebes sono dei crostacei poco belli da vedere perchè ricordano gli artigli di un drago, ma davvero deliziosi. Vengono chiamati anche “piedi di cornucopia” e sono caratteristici delle coste della Galizia, ma anche del Portogallo e del Marocco. In Spagna vengono raccolti dai “percebeiros“, pescatori muniti di muta, rete e coltello, si calano con delle funi sulle rocce e raccolgono questi buonissimi frutti di mare. Raccogliere i percebes è molto pericoloso ma ne vale davvero la pena, scopriamo perchè.

Percebes: cosa sono

Percebes ricetta: Cosa sono e come si mangiano percebes in italiano  percebes ricette  percebes crostacei  percebes foto  crostacei della galizia  crostacei percebes  crostacei spagnoli  molluschi spagnoli  crostacei galizia

I Percebes fanno parte della famiglia dei crostacei maxillopodi Cirripedi. Come abbiamo detto sono davvero brutti da vedere, ricordano le dita di una strega, sono lunghi pochi centimetri di coler marrone scuro e con la loro punta ad artiglio, con il quale filtrano l’acqua e si nutrono di plancton. I percebes, si trovano sulla parte più bassa delle scogliere e hanno bisogno di acque molto ossigenate dell’ oceano Atlantico.

Malgrado il loro aspetto davvero poco invitante, i percebes hanno il gusto dell’ oceano deciso e iodato. A differenza di altri crostacei, hanno un basso contenuto di colesterolo e forniscono poca energia. I percebes spagnoli, vivono attaccati agli scogli e sono i più pregiati. Mentre i percebes marocchini, sono meno ricercati perchè si trovano attaccati alle coste sabbiose. I migliori sono i percebes di sole, che sono più corti e prelibati di quelli d’ombra. Vista la grande difficoltà nel reperirli, il loro prezzo oscilla fra i settanta e i cento euro al chilo.

Percebes: Ricetta e come sgusciarli

Percebes ricetta: Cosa sono e come si mangiano

INGREDIENTI:

  • 1 kg di percebes
  • 50 grammi di sale grosso
  • 1 litro acqua

Cucinare i percebes è abbastanza semplice, per prima cosa dovete lavarli poi versate un chilo di crostacei in una pentola con circa un litro d’ acqua( l’ acqua dovrà coprire i percebes).

Disponete la pentola sul fornello a fuoco alto, quando l’acqua bolle versate circa 50 grammi di sale grosso e i percebes e coprite con un coperchio. Non vi preoccupate se l’acqua produrrà della schiuma bianca e assumerà un colere verde, succede a causa delle alghe attaccate ai crostacei.

Quando iniziano a bollire scolate i percebes, metteteli su un piatto da portata, copriteli con un canovaccio e serviteli.

Possono essere mangiati con una fetta di limone o intinti nella salsa aioli, a base di aglio, molto simile alla maionese. Per estrarre il mollusco dovrete tenere stretta tra il pollice e l’ indice, l’estremità simile all’ artiglio e con l’ altra mano afferreranno il mollusco come se dovreste staccare la coda dalla testa del gambero, quindi lo staccherete sfilandolo in modo che la polpa rimanga attaccata all’ artiglio. A questo punto sempre reggendo il percebes dalla parte dell’unghia, portate la polpa alla bocca e sarà un’ esplosione di sapore che vi porterà nell’ oceano!

Leggi anche “Risotto allo zafferano: Ricetta originale e varianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *