Ricetta Ciliegie sciroppate

Ricetta Ciliegie sciroppate

Le ciliegie, sono dei frutti buonissimi e pieni di vitamine e minerali, si possono utilizzare in tantissimi tipi di torte, sia con, che senza cottura. Ma un modo per conservarle il più allungo possibile, è usare lo stesso metodo delle nostre nonne e preparare dei vasetti di ciliegie sciroppate. Sono una conserva classica che vale la pena preparare, per il suo sapore dolce e gustoso, che non ritroverete in quelle del supermercato. Scopriamo come si preparano questi deliziosi barattoli e quali ciliegie utilizzare.

Ciliegie Sciroppate

Ricetta Ciliegie sciroppate ciliegie sciroppate tipo fabbri  ciliegie sciroppate ricetta  come conservare le ciliegie ciliegie sotto zucchero come fare le ciliegie sciroppate  conservazione ciliegie

Per preparare le ciliegie sciroppate bisogna usare i “duroni” o le “ciliegie duracine” , che sono più adatte alla conservazione. Per preparare lo sciroppo vi basterà acqua e zucchero, con questo potrete conservare qualsiasi tipo di frutta. Le ciliegie preparate in questo modo resteranno di un bel colore rosso, per molto tempo. Potete aggiungere anche la vaniglia, cannella o un pò di liquore.
Prima di mangiarle, bisognerà aspettare circa un mese, così da dargli il tempo necessario per maturare. Potrete gustarle al naturale o utilizzarle per preparare o guarnire dolci e gelato.

INGREDIENTI:

  • 1 kg di ciliegie
  • 1 litro di acqua
  • 200 grammi di zucchero

Preparazione

Ricetta Ciliegie sciroppate ciliegie sciroppate fabbri  ciliegie come conservarle  ciliegie amarene sciroppate  ciliegie amarene sotto zucchero  sciroppo ciliegie  ciliegie allo sciroppo

Come prima cosa dovete procurarvi dei vasetti di vero con il tappo a molla e la guarnizione in gomma o vasetti con il tappo che si avvita. Prima di utilizzarli bisogna trattarli, in modo da sterilizzarli. Lavate i vasetti in modo accurato con l’ acqua e sapone per piatti, togliete e lavate bene anche la guarnizione in gomma. Metteteli a testa in giù ad asciugare. Prendete una pentola alta e foderatela con un canovaccio o una tovaglia e mettete i vasetti all’ interno.

Per evirare che i vasetti di vetro si rompano, urtando tra loro, passate intorno qualche strofinaccio. Riempite la pentola d’ acqua, in modo da coprire completamente i vasetti. Una volta che l’ acqua bolle, abbassate la fiamma e lasciate sul fuoco ancora mezz’ ora. Dieci minuti prima di spegnere il fuoco immergete anche i coperchi, in modo che si possano sterilizzare. Lasciate raffreddare e quando l’acqua sarà a temperatura ambiente, mettete i vasetti a scolare e ad asciugare su una tovaglia.

Preparate lo sciroppo con acqua e zucchero, mettete sul fuoco e fate bollire mescolando fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto. Non fate cuocere troppo altrimenti diventa caramello. Mentre lo sciroppo si raffredda, lavate le ciliegie, eliminate il picciolo, asciugatele e mettetele nei vasetti, cercando di metterle il più vicino possibile, non lasciando spazi vuoti. Con queste dosi otterrete due vasetti da 500 ml.

Prendete lo sciroppo e versatelo sulle ciliegie, lasciando un centimetro di spazio dal bordo. Chiudete i vasetti, metteteli in una pentola piena d’ acqua, che non superi il tappo dei barattoli, avvolgeteli singolarmente in un panno, per non farli rompere e bollite per circa mezz’ ora. Spegnete il fuoco e con una pinza, estraeteli dal fuoco e lasciateli raffreddare. Assicuratevi che sia avvenuto il sottovuoto, con i barattoli con il tappo a vite, premete al centro del tappo e non dovete sentire nessun rumore, altrimenti significa che il sottovuoto non è avvenuto. Se invece utilizzate i barattoli con la guarnizione, tirate la linguetta in gomma, se è lenta, significa che il sottovuoto non è avvenuto, al contrario deve fare un rumore secco.

Leggi anche “Red velvet: La ricetta originale e tutti i segreti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *