Google Assistant o Alexa: il primo è ottimo per controllare le luci, ma Alexa cosa fa meglio?

Google Assistant o Alexa: il primo è ottimo per controllare le luci, ma Alexa cosa fa meglio?

Google Assistant o Alexa? Le risposte più brevi sono l’ideale, soprattutto quando stai cercando di andare a letto: dopotutto c’è qualcosa di magico nell’accendere le luci senza dover premere un interruttore. Con le luci intelligenti, puoi utilizzare un’ App per accenderle e spegnerle rapidamente o persino cambiarne il colore. Tuttavia, preferirai usare la tua voce.

Con uno dei migliori altoparlanti intelligenti, devi solo dire il nome della luce o delle luci che vuoi controllare e Google Assistant, Alexa o persino Siri possono fare il resto.

Anche se hai costruito la tua casa intelligente attorno agli altoparlanti intelligenti di Google, di recente hai deciso di acquistare un Echo Dot e dopo aver installato un sensore intelligente nella mia casella di posta. Una volta aggiunta l’abilità Philips Hue ad Alexa, ora stai trovando difficile tornare a Google Assistant per controllare le tue luci intelligenti.

Se stai costruendo una casa intelligente per la prima volta o hai intenzione di aggiungere alcune delle migliori lampadine intelligenti alla tua configurazione esistente, questa è una cosa importante che dovresti considerare prima di scegliere quale assistente virtuale vuoi controllare le tue luci intelligenti.
Google Assistant o Alexa?

Google Assistant o Alexa? Brevi risposte per tutte le tue luci da qualsiasi stanza

Ciò che ti colpirà immediatamente dopo aver provato a utilizzare Alexa per controllare le luci intelligenti, sono state le brevi risposte dell’assistente virtuale di Amazon. Non importa quali luci o anche quante luci chiedi al tuo Echo Dot di accendere o spegnere, Alexa risponderà con un semplice “Ok”.

Questo è un netto contrasto con le risposte più lunghe di Google Assistant.
Se chiedi a uno dei migliori altoparlanti intelligenti di Google Home di dire “Spegni le luci della cucina”, risponderà con “Ok, spegni sei luci”. Questo potrebbe essere diverso per te a seconda di quante luci hai in ogni stanza, ma hai l’idea. Non solo è una risposta eccezionalmente lunga, ma Google Assistant sta anche dicendo molte informazioni non necessarie.

Alexa, d’altra parte, mantiene le cose brevi e tranquille, indipendentemente dalle luci che chiedi di spegnere. Questo è ottimo anche di notte in quanto non disturberai gli altri membri della tua famiglia.

Ci sono un paio di modi per aggirare questo problema quando si utilizza Google Assistant, ma preferirai senza dubbio il breve “Ok” di Alexa come risposta predefinita.
C’è un aspetto negativo però, poiché non saprai se Alexa ti ha sentito male e ha spento accidentalmente le luci sbagliate.

alexa prezzi	12.100	€ 0,14	
52
google home vs alexa	2.900	€ 0,33	
70
alexa vs google home	2.900	€ 0,33	
65
google home mini amazon	1.300	€ 0,06	
71
echo google	1.000	€ 0,19	
59
google echo	1.000	€ 0,19	
61
alexa o google home	880	€ 0,13	
60
ok google chiama	880	n/a	
68
google vs alexa	720	€ 0,45	
68
google home vs amazon echo
google home alexa
alexa google home
alexa google home

Routine personalizzate come semi-soluzione

Per coloro che vogliono continuare a utilizzare Google Assistant invece di passare ad Alexa, le routine personalizzate possono aiutare a silenziare l’assistente virtuale del gigante della ricerca, una volta per tutte.
Tuttavia, dovrai dedicare un po’ di tempo alla loro configurazione.

Per fare ciò, apri l’app Google Home e tocca il pulsante viola “Routine” in alto. Qui troverai diverse routine personali predefinite che puoi personalizzare oppure puoi toccare il pulsante più nell’angolo in basso a destra per crearne di tue.
Questo documento di supporto (si apre in una nuova scheda) espone tutto ciò che devi sapere nel caso in cui tu abbia problemi a creare le tue routine.

Nella parte inferiore di ogni routine, c’è un’opzione per scegliere il “Dispositivo per l’audio”. Toccalo e scorri verso il basso oltre tutti i tuoi altoparlanti intelligenti e puoi selezionare “Nessun dispositivo per l’audio”. In questo modo, non sentirai nulla dopo che l’Assistente Google ha eseguito la tua routine.

Questa non è una soluzione perfetta, ma potrebbe essere l’ultima risorsa se sei stanco di sentire Google Assistant divagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *