Eurovision 2022: Diodato e la sua rivincita dopo il Covid

Eurovision 2022: Diodato e la sua rivincita dopo il Covid

Diodato ha vinto Sanremo nel 2020 con la canzone “Fai Rumore“, e avrebbe dovuto partecipare all’ Eurovision dello stesso anno ma purtroppo il Covid ha fermato tutto. Gli artisti si sono esibiti tutti a distanza e lui si esibì nell’Arena di Verona completamente vuota, quel brano diventò la colonna sonora dei cori dai balconi. Molti sono sicuri che la vittoria sarebbe stata sua, ma possiamo dire che ha già vinto conquistandosi un posto nel cuore di tutti in un periodo così buio.

L’ artista ricorda:

“Ero stato chiuso in casa per molto tempo e ancora ricordo il viaggio e l’arrivo nell’Arena. C’era l’aria, la voce che tornavo indietro. C’era anche la paura. Mentre facevo le prove pensavo: chissà ce tutto questo arriverà? Ho sentito di far parte di una comunità”.

Eurovision 2022: Chi è Antonio Diodato

Eurovision 2022: Diodato e la sua rivincita dopo il Covid eurovision italia  eurovision contest  eurofestival european song contest  eurovisione eurovision live  euro song contest  diodato eurovision  diodato gay
Immagine presa per gentile concessione da today.it.

Antonio Diodato ha 40 anni, è nato il 30 agosto del 1981 ad Aosta. E’ molto riservato, riguardo la sua vita privata, ma si presume che non sia sposato e non abbia figli. L’ unica cosa che si sa è che ha avuto una relazione con Levante, sua collega.

Eurovision 2022: La rivincita di Diodato

Ieri sera Diodato si è seduto al pianoforte sul palco dell’ Eurovision 2022, per accompagnare l’attacco della sua canzone con un unica nota di piano ripetuta. Finalmente la sua rivincita nel palazzetto di Torino pieno di persone esultanti che si contrappone alla sua esibizione nell’ Arena vuota durante la pandemia.

Il suo brano diventato un canto di speranza e un modo per esorcizzare la paura oggi è un inno di rinascita, che resterà per sempre nei ricordi di tutti gli italiani. La coreografia ha trasmesso un senso di calore e abbraccio liberatorio, come il periodo che stiamo vivendo.

Diodato riguardo alla sua esperienza racconta:

 “Sono fortunato: la passione per la musica mi porta a vivere con consapevolezza. Il biglietto per queste montagne russe l’ho comprato io: non chiedo indietro i soldi. Racconta un viaggio che appartiene a me e a tanti altri. Il momento iniziale al piano è l’isolamento, poi il contatto fisico dei ballerini simboleggia l’attraversamento di un’umanità che da congelata torna alla vita. Non amo stare in studio, ma ora sento l’esigenza di isolarmi per mettere a fuoco quello che ho vissuto, per raccontare me stesso. E per questo sono cauto sull’idea di avere degli ospiti”.

Eurovision 2022: Diodato e la sua rivincita dopo il Covid italia eurovision  eurovision italy  eurovisione rai  rai eurovision eurovision song contest 2022  eurovision diodato

Diodato pur portando la stessa canzone ha voluto creare un racconto, che parte da un momento di isolamento, che si riesce a condividere grazie alle emozioni e all’ umanità, che piano piano torna alla vita. E’ proprio questo quello che ha provato cantando all’ Eurovision 2022 lo stesso brano di due anni fa.

“Qui a Torino c’è una bella festa, molto consapevole – spiega – ma che rimane una festa, ed è bello vedere tutta questa gente in festa. È bello essere qui da ospiti, non sono un tipo competitivo e viverla più serenamente fa molto piacere. Questa partecipazione è un po’ la chiusura di un cerchio dopo questi due anni e tutte le trasformazioni che ha vissuto questa canzone. L’altro giorno sono arrivato a Torino e sono passato dal Parco del Valentino dove c’è l’Eurovision village e ho avuto una bella sensazione: c’era un palco e tanta gente che ballava. Sono cose che fanno bene all’anima”.

Leggi anche “Eurovision Song Contest: Chi è Rosa Linn che rappresenta l’ Armenia“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *