Sammy Basso a Oggi è un altro giorno fa commuovere tutti

Sammy Basso a Oggi è un altro giorno fa commuovere tutti

Ieri mercoledì 11 maggio 2022 a Oggi è un altro giorno, è stato ospite Sammy Basso, ragazzo affetto da una rara malattia genetica, la progeria. Le aspettative di vita per questa malattia, non superano i 13 anni eppure Sammy con grande sorpresa di tutti il 1 dicembre, ha spento già 26 candeline. Si tratta di una malattia molto rara che causa invecchiamento precoce.

“I miei genitori hanno subito la diagnosi, ma hanno voluto che io crescessi come una persona normale, che facessi la vita di un bambino normale. Mi hanno insegnato a combattere”,

Sammy Basso e la malattia

Sammy Basso a Oggi è un altro giorno fa commuovere tutti prendo  malattia invecchiamento precoce  progeria casi in italia progeria malattia  progeria italia  sammy invecchiamento precoce  progeria foto

Sammy Basso è uno dei pazienti più longevi affetti da questa malattia. Non solo ha superato le sue aspettative di vita di parecchi anni, ma ha anche preso una doppia laurea e fa ricerche per trovare una cura alle malattie genetiche, in modo da aiutare moltissime persone affette da malattie rare come la sua. Per questo motivo ha rivolto un appello a Papa Francesco affinché “riunisca i grandi della terra per sostenere la ricerca”.

Tutto questo è stato possibile grazie ai suoi genitori:

“Mi hanno incoraggiato ad essere me stesso nella mia diversità. Mi hanno insegnato a combattere. A loro va il merito della persona che sono oggi e trovo che mi hanno trasmesso le cose più importanti, i valori fondanti su cui baso la mia vita”.

Non solo si adopera per la ricerca ma ha anche fondato a ha fondato l’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso , in modo da raccogliere più fondi possibili. Ha viaggiato on the road negli Stati Uniti, registrando tutto per un documentario su National Geographic e ha scritto un libro che parla del suo viaggio, dal titolo: “Il viaggio di Sammy”.

Sammy Basso: Biografia e vita privata

Sammy Basso a Oggi è un altro giorno fa commuovere tutti progeria immagini  basso sammy  malattia sammy  malattia invecchiamento precoce sammy  progeria genetica
Immagine presa per gentile concessione da corriere.it.

Alla nascita Sammy non presentava alcun segno d malattia. Ma poco dopo sono apparsi i primi sintomi. E’ stato visitato da diversi medici, ma nessuno riusciva a capire cosa avesse. All’ età di due anni, i medici del reparto pediatria di Padova hanno consigliato di effettuare una consulenza genetica, ed è li che hanno scoperto che Sammy era affetto da progeria.

Da una prima valutazione, il medico notò che Sammy presentava un reticolo venoso stranamente evidente sull’addome, ma l’ ecografia risultò nella norma. All’ età di sei mesi la sua crescita rallentò notevolmente a causa di un malassorbimento, che sparì nei mesi successivi. A 15 mesi fu sottoposta a biopsia intestinale, sempre a causa della sua scarsa crescita ma risultò negativa. Nessuno riusciva a capire cosa avesse.

Il 12 gennaio 1998 arrivò la diagnosi di progeria ma essendo una malattia molto rara, i medici non sapevano che indicazioni dare ai genitori.

Sammy Basso, nonostante la malattia ha sempre avuto una vita normale, ha conseguito il diploma al Liceo Scientifico di Bassano del Grappa. Nel 2014 si è iscritto all’Università degli Studi di Padova, per frequentare il corso di laurea di Fisica e poi il corso di Scienze naturali. Il 23 marzo 2021 consegue la laurea magistrale in Molecular Biology .

Leggi anche “Roberto Saviano e l’ intervento ad Amici: “Mostrare coraggio è una scelta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *