Chi è Adrien Brody il pianista: Film, età e carriera

Chi è Adrien Brody il pianista: Film, età e carriera

Adrien è l’ attore del famoso film ” Il Pianista”, un film con un grandissimo successo ma che ha messo a dura prova l’ attore, sia fisicamente che emotivamente, tanto che ha ammesso di non riuscire più a guardare le scene del film dove ha recitato.

Adrien Brody: Età e carriera

Chi è Adrien Brody il pianista: Film, età e carriera

L’ attore Adien è nato a  New York il 14 aprile 1973, oggi ha 49 anni. E’ stato un adolescente molto ribelle. La sua passione per la recitazione lo ha salvato dalla malavita. Gli è sempre piaciuto esibirsi tanto che fin da piccolo si faceva chiamare ‘Il meraviglioso Adrien’ durante le sue esibizioni come mago. Sua madre Sylvia Plachy, è una fotografa e giornalista ungherese, mentre il padre Elliot Brody è un professore degli Americano, nato da genitori polacchi.

Il primo ruolo importante per Adrien Brody è arrivato nel 1999 con il film “S.O.S. Summer of Sam – Panico a New York”, la sua carriera è stata in costante ascesa con “Liberty Heights” e “Bread and Roses” di Loach presentato anche al Festival di Cannes

Ma il successo per Adrien arriva con il film “Il pianista“, diretto da Roman Polański nel 2002. La sua spettacolare interpretazione gli fece ottenere il Premio Oscar come migliore attore nel 2003. E’ stato il vincitore più giovane del premio come migliore protagonista. Vince anche il Premio César della critica.

Oltre al pianista ha interpretato, “Grand Budapest Hotel”, “Il treno per il Darjeeling” e di Wes Anderson, “Cadillac Records”, “Manolete” ,”Third Person” e “Midnight in Paris” di Woody Allen.

Il Film “Il Pianista”

Chi è Adrien Brody il pianista: Film, età e carriera adrien brody film  adrien brody filmografia  adrien brody età  adrien brody chi è  adrien brody vita privata

L’ interpretazione di Adrien Brody, nel film “Il pianista”, ha avuto un successo straordinario. Ha vestito i panni di Wladyslaw Szpilman, che grazie alle sue grande doti riesce a scampare l’ Olocausto.

Per calarsi al meglio nel personaggio l’ attore ha vissuto un’ esperienza dolorosa, sia nel fisico che nell’ anima. Si è sottoposto ad una dieta drastica e in meno di due mesi ha perso tredici chili. Per essere ancora più realista nella sua interpretazione, si è inflitto la sofferenza anche nell’ anima, ha lasciato la sua ragazza, ha venduto la macchina e la casa ed è partito con due valigie in giro per l’ Europa. Ha portato con se solamente una tastiera con la quale si è esercitato quattro ore al giorno, tutti i giorni e ha imparato a suonare il piano. Per tutti questi motivi la sua recitazione è stata impeccabile!

Tutto questo ha avuto ripercussioni sulla sua salute, e per questo ha dovuto rinunciare a recitare nel film “L’alba della libertà”. La deprivazione che si è inflitto per calarsi al meglio nei panni di Wladyslaw Szpilman lo ha portato ad avere problemi non solo fisici legati al metabolismo ma anche psicologici legati alla sua autostima. Questa esperienza lo ha segnato a tal punto, nonostante la fama datagli dal film, a tenersi lontano dal mondo cinematografico, scegliendo personaggi non troppo impegnativi.

Leggi anche “Johnny Depp ha detto che sarà un bagno di sangue con Amber Heard!“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *