Assegno unico: Arretrati, figli maggiorenni e le ultime novità

Assegno unico: Arretrati, figli maggiorenni e le ultime novità

Ad oggi oltre 5 milioni di famiglie, hanno richiesto all’Inps  l’assegno unico , che va a sostituire tutti gli altri sostegni del reddito legati ai figli. L’ importo, viene erogato senza limiti di reddito anche per chi ha figli maggiorenni. Facciamo ulteriore chiarezza su questo punto e su come richiedere gli arretrati

Assegno unico: Figli maggiorenni

Assegno unico: Arretrati, figli maggiorenni e le ultime novità assegno unico familiare  assegno unico figli 2021 isee  assegno unico inps  assegno unico 2022  assegno unico pagamento  assegno unico quando arriva assegni familiari inps  unico online  assegni familiari quanto spetta ad ogni figlio  assegni familiari figli maggiorenni assegni figli a carico  assegno figlio a carico  assegno familiare figlio  figli a carico maggiorenni

Per quanto riguarda i figli maggiorenni fino a 21 anni, l’ assegno unico, può essere percepito a patto faccia parte del nucleo famigliare, e nonostante svolga un’ attività lavorativa o un tirocinio il suo reddito complessivo , nell’anno di riferimento della domanda non deve essere superiore a 8mila euro.

Ma, se il figlio maggiorenne con un’ età inferiore ai 26 anni, non convive con i genitori e non è coniugato può comunque far parte del nucleo famigliare e rientrate nell’ assegno unico. Se i genitori sono separati e formano due nuclei famigliari diversi, il figlio può scegliere a che nucleo appartenere.

Assegno unico: come chiedere gli arretrati

Con l’arrivo dell’assegno unico, si vanno a perdere le misure precedentemente percepite in busta paga dai lavoratori dipendenti.

Chi farà domanda entro la fine del mese di giugno, avrà diritto agli arretrati accumulati a decorrere dal mese di marzo 2022. L ’Inps, salderà l’importo entro 60 giorni dalla domanda. Chi invece farà richiesta dell’ assegno unico dal 1° luglio 2022 in poi, il pagamento verrà erogato dal mese successivo ma, senza arretrati.

Assegno unico: Pagamento e domanda

Per quanto riguarda le domande presentate nel mese di marzo 2022, il pagamento verrà effettuato alla fine del mese di aprile 2022 . Se invece le domande sono state presentate dal 1° gennaio 2022 alla fine di febbraio 2022, il pagamento dell’Assegno Unico, è previsto a partire dal 15 aprile 2022.

E’ possibile fare domanda di assegno unico  senza avere ancora l’ Isee 2022 e presentarlo successivamente , o non presentarlo affatto. La domanda può essere compilata online attraverso il sito www.inps.it , facendo l’ accesso tramite Spid, Carta Nazionale dei Servizi o Carta di Identità Elettronica 3.0 oppure recandosi in un patronato o in un centro Inps.

Tutti gli altri chiarimenti

Assegno unico: Arretrati, figli maggiorenni e le ultime novità assegni familiari per figli a carico figli a carico fino a che età  inps richiesta assegni familiari  assegni familiari fino a che età  inps domanda assegni familiari  assegno inps  assegno per figlio a carico  assegno unico arretrati  assegno unico figli maggiorenni
Immagine presa per gentile concessione da avvenire.it

Le famiglie numerose con più di due figli, percepiranno 85 euro per ogni figlio successivo al secondo, e una tariffa forfettaria di 100 euro per i nuclei con più di tre figli a carico. Se i figli hanno genitori diversi, l’ assegno spetterà al genitore di tutti i figli del nucleo famigliare. Se ad esempio i genitori hanno quattro figli ma in comune solo 2 , la maggiorazione spetta solo al genitore di tutti e quattro.

Il 20 aprile 2022 l’ Inps ha comunicato che la maggiorazione spetta anche a chi prende la Naspi. Se entrambi i genitori lavorano , spetta una maggiorazione dell’assegno per ciascun figlio minore pari a 30 euro ogni mese.

“Questo importo, spetta in misura piena per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro e si riduce gradualmente secondo gli importi indicati nella tabella 1 allegata al medesimo decreto, fino ad annullarsi in corrispondenza di un ISEE pari a 40.000 euro. Per livelli di ISEE superiori a 40.000 euro la maggiorazione non spetta.”
Inps

Leggi anche “Family Act è diventato legge: Dall’ assegno unico al congedo parentale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *