Mino Raiola: il re dei procuratori è morto

Mino Raiola: Grave ma è ancora vivo

È morto Mino Raiola, uno dei più importanti procuratori sportivi, all’ età di 54 anni. Una notizia che ha rattristato profondamente il mondo del calcio. Malato da tempo, era stato operato lo scorso gennaio, le sue condizioni risultavano stabili, ma nelle ultime settima si è visto un peggioramento delle sue condizioni di salute. Da qualche ora è stata ufficializzata la notizia della sua morte.

Mino Raiola: La malattia

Mino Raiola: Grave ma è ancora vivo procuratori di calcio famosi  mino raiola biografia  mino raiola morto  mino raiola chi è  mino raiola malato
Immagine presa per gentile concessione da ilriformista.it.

Il 12 gennaio 2022 è stato ricoverato al “San Raffaele” di Milano, dove è stato sottoposto ad un’ operazione per una patologia polmonare non legata al Covid. Circolavano voci sul fatto che fosse in rianimazione ed era in pericolo di vita, dichiarate dal quotidiano tedesco Bild, voci smentite dal primario Alberto Zangrillo. Raiola soffre da tempo di una malattia e l’ operazione rientrava nelle cure programmate.

Mino Raiola: La carriera

Mino Raiola: Grave ma è ancora vivo raiola mino procuratore calcio famoso  raiola procuratore  procuratori calcio famosi  calciatori di raiola  calciatori raiola  procuratore di pogba
Immagine presa per gentile concessione da fanpage.it.

Mino Raiola è nato in provincia di Salerno a Nocera Inferiore, il 4 novembre del 1967. Dopo nemmeno un anno la sua famiglia si trasferì ad Haarlem, nei Paesi Bassi, e aprirono un’ attività di ristorazione , Mino si dedicò all’attività di cameriere, per aiutare la famiglia. Giocò nelle giovanili della squadra della città, fino a 18 anni, quando ricoprì il ruolo di responsabile del settore giovanile. Sapeva ben sei lingue oltre l’ italiano: olandese, inglese, spagnolo, portoghese, francese e tedesco.

Attraverso la sua società, iniziò quindi a curare gli interessi di molti calciatori famosi oltre le promesse nascenti. Iniziò con le deleghe di calciatori olandesi come Jonk e Bergkamp per poi espandersi sempre di più fino a diventare uno degli agenti più potenti e temuti del calcio mondiale. Nel 2020 viene inserito da Forbes tra i primi quattro agenti internazionali al mondo con un fatturato di circa 85 milioni di dollari, questo grazie al suo fiuto per il talento. Alcuni dei suoi trasferimenti comprendevano Pogba, Ibrahimovic, Balotelli, Robinho, Lukaku e De Ligt.

Mino Raiola: Il re dei procuratori

Mino ha un dono nel trattare, mediare e fare accordi vantaggiosi per i calciatori. Ha passato la vita a stipulare accordi con la più grandi ed importanti società. Mino Raiola è riuscito a districarsi in un mondo fatto di squali, riuscendo ad emergere grazie alle suo qualità imprenditoriali e non solo. Non solo riesce a fiutare il talento ma, cosa più importante, lo fa fruttare. Accompagna i suoi talenti in tutto il percorso di crescita, fino ad arrivare al momento giusto per lasciarli andare ed affrontare nuove sfide.

Leggi anche “Chi è Camilla Ghini di Forum : Padre, età, fidanzato“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *